L'ARROTINO

Chi è ferito ferisce, chi ferisce si ferisce, non c’è benda che contenga la spirale di violenza. Tra feriti-feritori ce n’è uno ch’è innocente, senza intento di far male è coinvolto ingiustamente. Lui sa tutto, entra nel vivo, si rigira nella piaga, chi lo muove e infin lo affonda poi gli lascia la sua impronta. Pieno è il suo coinvolgimento, ma è soltanto uno strumento nelle mani di qualcuno che lo usa per colpire e lasciare un brutto segno. E nessuno si domanda quale sia la condizione di un attrezzo di dolore, mai nessuno lo scagiona mai nessuno lo condanna, ma la sofferenza inferta lo fa sanguinare a vita, perché all’arma del delitto non si cura la ferita. 00

foto di autore ignoto

  • Facebook Icona sociale
  • YouTube Icona sociale
  • SoundCloud Icona sociale